Cantieri aperti: i bambini di Taio progettano insieme ai ragazzi dell’CFP Enaip di Cles


Una coinvolgente e stimolante collaborazione ha caratterizzato il progetto promosso dalla scuola equiparata dell'infanzia di Taio. Questa volta a sostenere le idee dei bambini non sono state le attive associazioni di volontariato, né i generosi nonni o genitori sempre disponibili alla partecipazione.


A dare concretezza ai progetti discussi, concordati e disegnati dai bambini sono stati i ragazzi del Centro di Formazione Professionale Enaip di Cles. Un'insolita alleanza  che ha dato vita a un'esperienza rimasta nei pensieri e nelle relazioni di adulti e ragazzi.

Tutto è partito dall'idea dei bambini di costruire un paese con case, ponti, strade. Ma il cartone da solo non si era rivelato un materiale sufficientemente robusto. Ecco allora l'idea: coinvolgere gli studenti del CFP di Cles per farsi aiutare nella realizzazione dei supporti in ferro necessari a sostenere le strutture.


I bambini, con progetti cartacei alla mano, hanno spiegato ai ragazzi le loro idee e le questioni che si erano aperte nel passaggio alla pratica. I ragazzi hanno preso appunti, condiviso ipotesi di soluzione è tornati a scuola hanno progettato e realizzato i pezzi necessari. Ma per verificare che tutto fosse a posto e per conoscere gli ambienti dove i loro pezzi erano stati realizzati i bambini della materna hanno fatto visita all’officina meccanica e a quella elettrica dell'Istituto di Cles.


Approfondimenti dell’esperienza e narrazioni dei vari protagonisti coinvolti troveranno ulteriore attenzione sulla nostra rivista AltriSpazi: abitare l’educazione.