PENSARE IL TEMPO. ATTENZIONI PROGETTUALI PER RELAZIONI IN CRESCITA


Portare lo sguardo sul tempo, in un tempo – quello dell’oggi – che si è fatto frammento, episodio. Permettere di attraversarne i passaggi pensando che il “passare” non è dato, ma in divenire, appunto, nel tempo.

Questioni, queste, che animano il nostro stare come educatori per dare la possibilità a ciascun bambino e alla sua famiglia di inserirsi con il proprio ritmo nel ritmo degli altri. Ma tutto ciò non può risolversi, a scuola, in semplice attesa – sospesa, dilatata, indifferenziata –. Deve farsi progetto consapevole capace di prendere forma in scelte precise e concrete di spazi, luoghi, materiali che sollecitano azioni e relazioni.

È la proposta della scuola di Cognola che, tra le tante attenzioni dedicate alla ripresa delle attività, ha predisposto all’ingresso della scuola lo spazio “Ancora un attimo…”. Ben visibile ma raccolto, per adulti e bambini, dove potersi fermare ancora qualche minuto, dove qualche albo illustrato, il richiamo ai compleanni e qualche gioco suggeriscono la possibilità di stare ancora un po’ insieme. Trova spazio qui anche la bacheca delle informazioni tra scuola e famiglia sulle attività didattiche, una “casa” interessante per queste informazioni che spesso sfuggono nel ritmato attraversare il dentro e il fuori della scuola.

Dettagli di cura in un tempo in cui “il tempo” è il dono più prezioso, l’opportunità insperata, l’occasione da cogliere.