Progetto "Concilio dei bambini"

Decidere insieme si può? Sulla vita e sul futuro dei bambini sono aperte delle questioni rilevanti per tutti.

Un progetto istituzionale promosso nelle scuole per dare voce ai più piccoli, riconoscendo loro la capacità di pensiero e la possibilità di partecipare ai processi decisionali.

 

“Il Concilio dei bambini”, lanciato nelle scuole nella prima parte dell’anno, ha avuto un momento di presentazione pubblica in occasione del seminario del 24 gennaio 2012 cui hanno partecipato più di 150 insegnanti.

In questo contesto il Settore è stato coinvolto nella presentazione delle linee caratterizzanti il progetto, nella definizione di strumenti e metodologie di progettazione, realizzazione e documentazione dei processi messi in atto con i bambini e infine nella condivisione degli esiti di una micro-sperimentazione (realizzata tra novembre e gennaio nelle quattro scuole pilota di Trento “San Bartolomeo”, di Sant’Alessandro, di Ziano di Fiemme e di Vigo di Ton), che ha permesso di mettere alla prova e validare alcune scelte nell’ottica di fornire indicazioni che potessero essere di aiuto e guida per tutte le scuole.

Attenzioni centrali che caratterizzano la proposta sono l’offrire contesti di discussione in piccoli gruppi di 4-5 bambini per valorizzare e sostenere la capacità di esprimere opinioni e prendere decisioni insieme, a partire dalla concretezza della quotidianità e delle relazioni dentro la scuola e in famiglia. “Il Concilio dei bambini” prevede infatti di creare occasioni di discussione perché insieme, attraverso l’interazione discorsiva tra bambini, si possano prendere decisioni su aspetti che riguardano la vita comune a scuola, sia su questioni di tipo relazionale, sia su questioni legate ad aspetti pratici e organizzativi.

Questo anche nell’ottica di alimentare un senso di responsabilità e di appartenenza rispetto alla propria comunità e alle istituzioni che in essa operano, come la scuola, alimentando il piacere e l’interessa di partecipare alla vita pubblica avendo attenzione al bene comune e condividendo con gli altri desideri e progetti, è possibile e realizzabile.

Uno sviluppo interessante che ha caratterizzato molte delle realtà che hanno provato fin da subito a sperimentarsi in questo ambito è stata la positiva e arricchente contaminazione tra i progetti. In molte occasioni infatti “Il Concilio dei bambini” è stato attivato per prendere delle decisioni in merito a come realizzare la Piccola guida, per individuare il luogo da esplorare o per decidere insieme come realizzare concretamente la documentazione finale dell’esperienza.

1IL CONCILIO DEI BAMBINIIL CONCILIO DEI BAMBINI16/01/2013

  • Precedente
  • 1
  • Successivo
Totale file: 1