RIVA: 90 MINUTI DI LEGGENDE DEL NOSTRO LAGO DA SCOPRIRE INSIEME


di Luisa Fontanari

Un contesto interessante per creare rete tra le scuole dell’infanzia e le associazioni del territorio, aspetto che per i bambini costituisce un ulteriore elemento di conoscenza della realtà in cui vivono e uno stimolo al loro senso di appartenenza, è il tratto caratterizzante del progetto didattico dal titolo «90 minuti di leggende del nostro lago da scoprire insieme».

Dopo il successo dello scorso anno di «Galeas per Montes», anche quest’anno il Comune di Riva del Garda ha proposto alle cinque scuole dell’infanzia un nuovo progetto, sempre con la collaborazione della storica Maria Luisa Crosina in coppia con l’attore Nicola Sordo, che insieme conducono i bambini, coinvolgendoli direttamente a partecipare alla rappresentazione, attraverso la conoscenza di luoghi e personaggi che abitavano il territorio secondo la tradizione leggendaria popolare.

Si tratta di uno spettacolo teatrale interattivo e itinerante che prenderà spunto da alcune leggende che fanno riferimento al pesce carpione, alle città sommerse, al Sarca, alla Ninfa Garda e a Sant’Erculiano e che da fine marzo ad aprile farà tappa nelle cinque scuole dell’infanzia rivane, coinvolgendo un totale di 500 bambini.
Lo spettacolo racconterà ai bambini brani della storia e della cultura locale. Una formula che ha riscosso, sia da parte dei bambini sia da parte degli insegnanti, un grandissimo apprezzamento già dalla prima edizione dell’anno scorso. Inoltre, a conclusione del ciclo di spettacoli i bambini saranno ospiti della Fraglia Vela in alcune giornate di maggio per una visita guidata al porto e alle attività legate al tema dell'acqua e allo sport della vela tra navigazione, venti e nodi, accompagnati da un gruppo di istruttori. Un pezzo di scotta con il nodo sarà un gadget che ognuno riceverà a ricordo dell'esperienza. La visita si concluderà con il pranzo presso la sede rinnovata della Fraglia.

L’organizzazione è dell’Assessorato alle politiche sociali, familiari e per i giovani in collaborazione con la Federazione provinciale scuole materne, la Comunità educativa scuole infanzia, il Circolo di coordinamento provinciale n. 8 della Provincia e la Fraglia Vela Riva.
Come riportato sul sito del Comune, venerdì 22 marzo in Municipio si è tenuta la conferenza stampa di presentazione del nuovo ciclo di spettacoli, alla presenza dell’Assessora alle politiche sociali, familiari e per i giovani Lucia Gatti, della storica Maria Luisa Crosina, dei coordinatori delle scuole dell’infanzia, della Presidente dell’Ente gestore di S. Alessandro e del Presidente della Fraglia Vela Riva.

«Sono particolarmente felice di questo progetto – ha detto l'assessora Gatti – che è vicino alla mia vision sui temi del benessere della famiglia, improntata all’innovazione e all’evoluzione. Si tratta di un progetto capace di stimolare la curiosità e l’entusiasmo dei bambini, fungendo da motore della conoscenza e dell’intelligenza. Interessante che il contenitore in cui si trova, “Capanne d’aria”, sia nato dall’attenzione posta agli anziani in occasione della Festa del dono, dove era uscita l’idea di un ulteriore progetto dedicato ai bambini. Devo ringraziare la prof.ssa Crosina, ideatrice assieme a Nicola Sordo del bellissimo progetto “Galeas per Montes”, che tanto apprezzamento ha avuto, e di questo nuovo spettacolo, anch’esso interessante e coinvolgente. La sorpresa più bella è stato apprendere che i bambini delle scuole dell’infanzia e i loro insegnanti, senza che noi dicessimo nulla, dall’anno scorso spontaneamente hanno continuato a lavorare sui temi dell’ambiente».
«Con Nicola Sordo abbiamo scovato alcune leggende poco conosciute del lago di Garda – ha spiegato la prof.ssa Crosina – in particolare daremo un rilievo centrale a quella del carpione, pesce pregiato del lago di Garda che la leggenda vuole si cibi d'oro, intrecciata con altre. L’anno scorso l’iniziativa ha avuto un grandissimo successo, bambini e insegnanti hanno fatto molto di più che assistere allo spettacolo, preparandosi e allestendo delle bellissime scenografie, diverse in ogni scuola».


F.P.S.M.

La Federazione provinciale Scuole materne di Trento è un’istituzione che promuove cura, servizio e innovazione. I differenti e articolati progetti promossi vogliono favorire e sostenere una scuola che sia contesto di crescita, di esperienze di qualità, di relazioni significative.

Contatti

Federazione provinciale Scuole materne
Via Degasperi 34/1
38123 Trento
Tel: 0461 382600
Fax: 0461 911111